skip to Main Content

Aggiungere un grano di sale nel caffè, gli effetti

Aggiungere Un Grano Di Sale Nel Caffè Effetti

Prima di zuccherare, prova ad aggiungere un grano di sale nel caffè, gli effetti che potrai scoprire assaggiandolo ti sorprenderanno

Aggiungere un grano di sale nel caffè non è una trovata di chissà quale chef o programma televisivo che si occupa di cucina. Il consumo mondiale del caffè non accenna a diminuire, dopo l’acqua, è la bevanda più consumata a tutte le latitudini.

I motivi che portando ad aggiungere un grano di sale nel caffè si trovano in alcune antiche tradizioni, rispolverate da chi, in qualche modo, cerca di differenziare l’offerta al consumatore finale. La bevanda nera è irrinunciabile per molti, una scarica di energia per iniziare con sprint la giornata.

Si stima che in Italia, il consumo annuale di caffè per famiglia si aggiri intorno ai 36-38 chili, ogni giorno vengono fatti in Italia poco più di 9 milioni di caffè, almeno la metà della popolazione italiana, ne consuma una tazzina al dì.

Caffè amaro dolce o salato

Le modalità di bere un buon caffè, non sono poi moltissime. Le preferenze sono più o meno queste:

  • caffè amaro così come natura ha creato
  • con aggiunta di zucchero di varie tipologie
  • macchiato al latte
  • con una spruzzata di cacao in polvere

Una “antica” novità dei nuovi punti caffè

Il caffè al sale sembra stia prendendo voga all’interno di circuiti commerciali di estrazione americana, specializzati nell’offerta di un prodotto di qualità altamente selezionato.

Viene fatta passare per una novità anche se in assoluto, di novità c’è ben poco.

L’aggiunta di un grano di sale nell’acqua della moka, risale, stando al passaparola, ad antiche tradizioni napoletane.

Il prezzo invece della nuova moda americana, per una tazzina di caffè salato, è decisamente alto, può arrivare anche a quattro dollari.

Macchine espresso con filtri sale per caffèCome aggiungere un grano di sale nel caffè

Lo zucchero non sembra essere in grado di esaltare le proprietà di un buon caffè, ecco perché alcuni palati preferiscono il caffè salato. Il sale nel caffè, ammorbidisce la bevanda rendendola al contempo anche più corposa.

Ovviamente, il sale, non va aggiunto nella tazzina di caffè, quando questo succede per sbaglio, conosciamo benissimo l’effetto che produce.

Per ottenere un gradevole sapore, un grano di sale grosso va aggiunto all’acqua nella caldaia della moka. Pulire la moka è importante per fare poi un buon caffè, in questo articolo spieghiamo il miglior modo di farlo.

Cosa succede quando aggiungiamo sale nel caffè

Il sodio che si libera nell’acqua con la quale stiamo preparando il caffè, attenua il tipico gusto amaro della bevanda. L’acqua dolcificata come detto, non riesce ad esaltare le proprietà del caffè.

Le  macchine per il caffè espresso, progettate in America, hanno i filtri in grado di rilasciare la giusta quantità di sale per ogni tazzina. Qui puoi leggere come può prendere una buona tazza di caffè chi è intollerante a questa bevanda.

Conclusioni

Aggiungere un grano di sale nel caffè ne cambia il gusto finale migliorandolo. Il sale, come abbiamo visto, va messo nell’acqua della caldaia, un solo grano è sufficiente.

Una volta preparato, il caffè risulta più morbido e corposo e non ha bisogno di essere zuccherato. Al di là del fatto che il caffè è una di quelle abitudini difficilmente modificabili, un tentativo vale la pena di farlo.

Se il caffè salato dovesse piacere, prepararlo è semplice quanto il caffè con acqua dolce. Se non dovesse piacere, è valsa la pena comunque provare.

MioGreen

Studio dal 1996 le migliori tecniche di Crescita Personale associate ad una alimentazione produttiva per la mente ed il corpo. Esperto in meditazione ed autoipnosi, ho elaborato un metodo esclusivo per programmare l'inconscio e renderlo più produttivo per la nostra vita. La malattia nasce da un pensiero, arrivare prima che tale pensiero metta radici fa la differenza, i rimedi naturali sono la via che la saggezza dell'universo ci offre per ritrovare pace ed equilibrio.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Back To Top