skip to Main Content

Linguaggio del corpo, come leggere le persone

Linguaggio Del Corpo, La Comunicazione Non Verbale

Il linguaggio del corpo, la comunicazione non verbale, come leggere le persone al di là delle parole. I segnali del linguaggio del corpo.

Il linguaggio del corpo ci dice molto della persona che abbiamo di fronte. La comunicazione non verbale, rivela, il più delle volte, la coerenza tra il detto ed il pensato della persona.

Linguaggio del corpo, la comunicazione non verbale

Dalla postura, alle micro espressioni del viso ai movimenti di spalle, gambe e mani, anche senza proferire parola, la comunicazione non verbale è sempre in azione.

Il linguaggio del corpo, include anche i movimenti nello spazio condiviso, gli sfioramenti e i tocchi durante la conversazione.

E’ importante sapere se le parole pronunciate dal nostro interlocutore corrispondono effettivamente al suo pensiero. Quando questo avviene, il linguaggio del corpo è coerente e armonico.

Durante una conversazione, c’è un continuo scambio di informazioni. Quelle che siamo abituati a recepire, sono verbali.

Prestare attenzione alla comunicazione non verbale può rivelarsi molto prezioso.

Come leggere il linguaggio del corpo

I primi segnali del linguaggio del corpo, con un po’ di spirito di osservazione, sono facili da decifrare.

Se durante la conversazione o anche solo all’inizio, il corpo del nostro interlocutore tende a irrigidirsi, il segnale è negativo.

Uno stringersi le mani con forza, stare seduti con la testa affogata tra le spalle, mettersi sul bordo della sedia come pronti alla fuga.

Questi sono tutti segnali del corpo che, al di là delle parole, rivelano uno stato d’animo tutt’altro che rilassato e sereno. Siamo in presenza di una persona stressata con probabile carico di rabbia o frustrazione.

Chi siede cercando la posizione più comoda e rilassata, mantiene braccia e gambe normalmente aperte e libere, rivela uno stato d’animo ricettivo e positivo.

Il tono della voce nel linguaggio del corpo

Per capire il tono di base di una persona, dovremmo fare, ad inizio di conversazione un piccolo test.

Qualche battuta da ridere ci farà conoscere il tono di voce calibrato sulla felicità. Un argomento triste, ci dirà molto su come cambia il tono di voce in relazione alla tristezza.

Una volta capito il tono di base della persona, prestando attenzione potremo captare cali di tono verso il basso, indice di tristezza.

Se al contrario, il tono schizza verso l’alto, sarà indice di uno stato d’animo positivo, carico di energia.

Il ritmo della parlata, se troppo lento potrebbe rivelare uno stato depressivo, se troppo veloce, uno stato stressato.

Anche in questo caso, possiamo aiutarci con un piccolo test, chiedendo un parere su un argomento stressante ed un altro deprimente.

Con un po’ di pratica, vedrete che cogliere, con ragionevole approssimazione il vero stato d’animo di una persona, sarà tutt’altro che difficile.

Respirazione e comunicazione non verbale

Un respiro corto è indice di stress, questo avviene quando il soggetto si sente minacciato o semplicemente sotto pressione.

Un rossore in viso può essere indice di uno stato d’animo preoccupato. In questa modalità, il corpo, al di là delle parole, rivela uno stato di allerta e prepara il piano di fuga.

Nel sangue viene rilasciato l’ormone dello stress, il cortisolo, utile quando il pericolo è reale e si deve scegliere se combattere o fuggire.

In questo caso, siccome il pericolo non è reale, si osserva una respirazione superficiale.

Comunicazione non verbale, il linguaggio del corpo
Movimento del corpo parla

Se la persona che hai di fronte è interessata e hai la sua fiducia, il suo corpo tende naturalmente a sporgersi verso la tua figura, viene incontro.

Diversamente, quando hai di fronte una persona diffidente o a cui non vai a genio, questa tende a stare bene appoggiata alla spalliera della sedia. I suoi movimenti saranno finalizzati a mettere distanza tra voi.

Cosa significa stringere oggetti

Se siete a cena e la persona che è con voi stringe con forza il bicchiere o qualsiasi altro oggetto sulla tavola, il segnale indica una energia compressa, qualcosa che non riesce a fluire.

Movimenti continui rivelano stato d’animo

Le gambe che oscillano, il piede che martella il pavimento, le dita tamburellano sul tavolo, la persona che si muove in continuazione rivela uno stato di nervosismo.

Anche mordersi le labbra, mangiarsi le unghie e far schioccare le dita, rivelano stati d’animo pieni di ansia.

Sorriso e linguaggio del corpo

Il sorriso può rivelarci uno stato d’animo felice oppure può essere semplicemente di facciata. Ci sono diversi tipi di sorriso, comprenderli ci può aiutare molto.

Il sorriso che mostra tutti i denti e si allarga fino a coinvolgere gli occhi, è un sorriso vero.

Esprimiamo cordialità, facciamo un saluto di cortesia, quando sorridiamo senza interessare gli occhi e mostrare completamente i denti.

Questo tipo di sorriso, viene chiamato sorriso sociale, non trasmette felicità ma ci permette di interagire positivamente con tutti.

Attenzione invece al sorrisetto. Il sorrisetto coinvolge solo un angolo della bocca ma è importante perché indica fiducia e disponibilità.

Se qualcuno vi sorride leggermente con la testa di lato, abbassando il mento verso il basso ma mantenendo lo sguardo su di voi, l’interesse è sincero.

Leggi anche: Dimentichi i nomi delle persone? Scopri come memorizzarli una volta per tutte

Conclusioni

Per capire il linguaggio del corpo bisogna prendere pratica con la comunicazione non verbale. I segnali del corpo, vanno sempre contestualizzati al luogo e al tipo di appuntamento.

Se siamo al cospetto di un esame medico delicato, anche se verbalmente manifestiamo tranquillità, il corpo potrebbe rivelare altro.

Quando cerchiamo di interpretare il linguaggio del corpo, ricordiamoci che tutto può essere influenzato dall’ambiente e dalla presenza di altre persone.

Il nostro suggerimento è di allenarsi bene con i nostri amici per avere un feedback importante. Mai dare per scontato poi, che la nostra lettura della persona sia infallibile.

Essere capaci di decifrare la comunicazione non verbale ci aiuta a farci un’idea ma certamente non ci dà la chiave della mente dell’altra persona.

MioGreen

Studio dal 1996 le migliori tecniche di Crescita Personale associate ad una alimentazione produttiva per la mente ed il corpo. Esperto in meditazione ed autoipnosi, ho elaborato un metodo esclusivo per programmare l'inconscio e renderlo più produttivo per la nostra vita. La malattia nasce da un pensiero, arrivare prima che tale pensiero metta radici fa la differenza, i rimedi naturali sono la via che la saggezza dell'universo ci offre per ritrovare pace ed equilibrio.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Back To Top