skip to Main Content

Come memorizzare i nomi delle persone

Come Memorizzare I Nomi Delle Persone

Come memorizzare i nomi delle persone con la tecnica giusta, è divertente ma funziona solo se conosci il sistema di registrazione nel tuo cervello

Memorizzare i nomi delle persone che un minuto prima ci hanno presentato, impresa titanica a volte, elementare in altre occasioni.

Perché talvolta memorizziamo senza nemmeno accorgercene

La spiegazione è semplice, capita che in certe situazioni, memorizziamo un nome senza alcun tipo di sforzo e lo facciamo senza neanche rendercene conto in maniera conscia.

Infatti, quello che succede quando memorizziamo un nome automaticamente, appartiene alla parte più profonda di noi. Un odore, un timbro di voce, un modo di fare o di muoversi, una parola detta, possono essere tanti i fattori in gioco ma solo uno o due andrà a registrare nella memoria a lungo termine quel nome associato a quella persona.

Quel fattore costituirà il vostro metodo preferenziale di memorizzazione. Se scoprite questo fattore, basterà applicarlo a tutte le situazioni uguali e simili. In questo articolo, cercherò di insegnarvi alcune facili tecniche di memorizzazione nomi.

Perché il dialogo interno è nemico della memorizzazione

Nel momento in cui ci viene presentato o ci si presenta qualcuno, il nostro dialogo interiore inizia a fare tutta una serie di valutazioni.

Il nostro cervello mette in moto diverse aree e richiama tutti i dati disponibili che possano essere d’aiuto in questa fase.

Attenzione, stiamo parlando di una mente normalmente evoluta, quindi, alle prese con esperienze di vita mediamente filtrate verso giuste comprensioni.

Cosa significa questo? Significa che il senso alle esperienze vissute lo attribuiamo noi a seconda del nostro livello di evoluzione e di crescita personale. Nessun giudizio morale, solo una presa di coscienza.

Torniamo al nostro cervello e al dialogo interno. Quando vediamo per la prima volta una persona o ci viene presentata, subito vengono richiamate al livello superficiale della nostra coscienza alcuni elementi utili a formarci la “prima impressione.

Elementi richiamati al primo contatto

  • somiglianza fisica e del timbro di voce
  • come si muove e si atteggia
  • terminologia usata
  • tipo di stretta di mano
  • calore/sudore mano
  • dove guardano gli occhi
  • tipo di postura
  • tipo di profumo naturale o artificiale

Tutto ciò fa parte dei famosi 5 minuti che possono essere decisivi in una presentazione. E’ questa la “prima impressione”, quella che, secondo molte correnti di pensiero, dovremmo sempre e comunque tenere in mente quando ci relazioniamo con qualcuno.

Pare che il nostro inconscio, sia in grado di trarre deduzioni perfette da dati in suo possesso. Il punto è proprio questo e la domanda una conseguenza: I dati immagazzinati nell’inconscio possono essere considerati veri in assoluto o solo relativamente alla nostra esperienza? La risposta è insita nella seconda parte della domanda.

Interrompere perciò il dialogo interno durante una presentazione, ci permette di essere concentrati solo ed esclusivamente sulla persona che abbiamo di fronte.

Con il dialogo interno spento, abbiamo spazio e tempo per fissare nome e caratteristiche di chi ci si sta presentando senza essere condizionati da elementi passati.

Successivamente, quando avremo fissato per bene il nome da memorizzare, potremo andare ad analizzare la persona in base anche al nostro vissuto. Cosa che non avrebbe molto senso nei cinque minuti della presentazione.

Come memorizzare nomi di persone

Se volete ricordare il nome di una persona ed avere certezza di non dimenticarlo più, associate quella persona ad una forte emozione. Che sia gioia, euforia, passione ma anche tristezza o dolore, una forte emozione è un’ancora indistruttibile per il ricordo.

Nel momento della presentazione, dopo aver interrotto ogni sorta di dialogo interno, guardate la persona in fronte tra i due occhi e, mentre vi dice il suo nome, scrivetelo sul vostro schermo mentale con il colore che più vi piace. Fatto questo, rileggete mentalmente almeno per tre volte di seguito il nome.

Terminata la fase della presentazione, dovete prendervi cinque minuti per fare un piccolo esercizio di rinforzo. Immaginate di scrivere, avendo in mano una penna o un gessetto, il nome della persona appena presentata. Sentite il peso della penna o del gessetto, il rumore che fate mentre scrivete alla lavagna o sul foglio, l’attrito che incontrate. Seguite con l’occhio della mente ogni singola lettera del nome che state scrivendo, quindi leggete mentalmente per altre tre volte il nome appena scritto.

Cambiare modo di respirare migliora la tua memoria

Conclusioni

Come memorizzare i nomi delle persone non è poi così difficile. L’allenamento renderà la tecnica davvero divertente e vorrete mettervi alla prova con sfide sempre più impegnative.

Il cervello, date le ultime scoperte scientifiche, ha la capacità di continuare ad espandersi nel corso dell’intera esistenza di una persona. Possiamo allenare le nostre facoltà mnemoniche semplicemente cercando di memorizzare i nomi delle persone che abbiamo l’occasione di conoscere.

Un allenamento facile e divertente per mantenere la nostra mente allenata ed efficiente.

Eliminare i ricordi dolorosi, ti potrebbe interessare leggere questo

MioGreen

Studio dal 1996 le migliori tecniche di Crescita Personale associate ad una alimentazione produttiva per la mente ed il corpo. Esperto in meditazione ed autoipnosi, ho elaborato un metodo esclusivo per programmare l'inconscio e renderlo più produttivo per la nostra vita. La malattia nasce da un pensiero, arrivare prima che tale pensiero metta radici fa la differenza, i rimedi naturali sono la via che la saggezza dell'universo ci offre per ritrovare pace ed equilibrio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Back To Top