skip to Main Content

Argento colloidale uso, benefici e controindicazioni

Argento Colloidale Cos'è

Argento colloidale uso interno dosi e modalità assunzione, per cosa fa bene. L’argento colloidale è un antibatterico naturale utile per verruche, ragadi, eczemi e psoriasi

Argento colloidale uso interno le dosi e le modalità di assunzione, perché secondo alcuni, è un potente battericida. L’argento colloidale inoltre, sarebbe ottimo per virus patogeni, funghi e germi. L’uso orale dell’argento colloidale è consentito o proibito in Italia?

Secondo alcuni studi, l’efficacia di questo rimedio naturale, riguarderebbe più di 600 agenti dannosi.

Oltre a questo, l’argento colloidale è utile anche per igienizzare casa, gli spazzolini da denti, le tettarelle e i biberon.

Rimedio naturale batteri, virus, parassiti

L’argento colloidale, trova largo impiego sia nell’uomo che negli animali domestici, cani e gatti su tutti. In questo articolo quindi, si parla di un rimedio naturale le cui proprietà sono riconosciute fin dai primi del novecento.

Tuttavia, pur non essendoci evidenze scientifiche, sono in molti a sostenere gli effetti benefici del rimedio.

Un rimedio potente contro parassiti, batteri, funghi e virus, ottimo anche in campo cosmetico, l’argento colloidale rispetta in pieno l’ambiente.

Messo da parte a causa degli alti costi di produzione, furono gli antibiotici di sintesi, negli anni a seguire, a trovare diffusa applicazione.

L’argento colloidale, tornò quindi sulla scena agli inizi degli anni settanta, grazie a nuovi studi e alle nuove tecniche di produzione.

Successivi approfondimenti scientifici, portarono pertanto, a nuove conoscenze sulla la capacità curativa dell’Argento colloidale.

Verruche, ustioni, dermatiti, acne, ferite, eczemi, trovavano finalmente giovamento dall’uso esterno con l’Argento colloidale.

Oltre a svariati problemi alle vie respiratorie tipo tonsillite, l’argento colloidale porta sollievo e cura anche:

  • otiti
  • riniti
  • candidosi
  • infezioni vaginali
  • blefariti
  • congiuntiviti

Come si riconosce il vero argento colloidale

C’è differenza tra gli effetti prodotti da “argento ionico”, “argento proteinato” ed il vero Argento colloidale. I risultati ottenuti quindi, dipendono per gran parte, dalla scelta del prodotto da usare.

C’è da sapere perciò, che la grandezza delle particelle, è una proprietà che distingue l’argento colloidale di qualità rispetto ad uno più scadente. Quindi, le particelle fini conferiscono più potere battericida all’argento colloidale.

La concentrazione in parti per milione, ppm, può rendere l’idea della qualità e potenza del tipo di soluzione che abbiamo di fronte. Ad esempio, tra 10 e 20 ppm, possiamo avere a che fare con un buon prodotto.

Dove si trova questo minerale

Questo minerale si trova nel terreno ed è considerato tra gli elementi essenziali per il benessere dell’uomo, delle piante e degli animali.

Il naturale approvvigionamento negli organismi viventi avviene perciò con l’alimentazione. Gli alimenti naturalmente ricchi di argento sono la frutta, i legumi, le noci, le verdure ed il grano.

E’ attraverso una equilibrata alimentazione che l’uomo immagazzina la giusta dose di questo importante minerale.

Argento colloidale uso interno dosi

Il trattamento con l’Argento colloidale porta dei benefici a gran parte delle infiammazioni della pelle. Questo minerale, aiuta i tessuti a rigenerarsi dopo aver subito danneggiamenti di vario tipo ed è ottimo per innalzare le difese immunitarie.

In Europa non è consentito il commercio di Argento colloidale per uso interno infatti, una normativa comunitaria lo vieta. Le informazioni che trovate in questo articolo sono pertanto, solo a titolo puramente divulgativo.

Nel resto del mondo, pur non essendoci una posologia uguale per tutte le patologie, consigliano di berne un cucchiaino puro a digiuno. Trattenere per un minuto l’argento colloidale sotto la lingua prima di deglutire.

L’assunzione di Argento Colloidale, stando alle testimonianze raccolte in rete, aiuta in caso di:

  • ustioni
  • polmonite
  • artrite
  • salmonellosi
  • sifilide

Per uso esterno, sulle affezioni che riguardano la pelle, l’argento colloidale vero, si è dimostrato utile ed efficace in presenza di:

  • verruche
  • eczemi
  • irritazione della pelle
  • ragadi
  • psoriasi
  • dermatomicosi

Prima di far ricorso all’uso dell’argento colloidale, è bene sincerarsi di non essere allergici ai minerali. Precauzione sempre massima per le donne in stato di gravidanza. Consultare uno specialista ed evitare il fai da te.

argento colloidale uso interno e pulizie casa
Pulizie di casa con argento colloidale

L’Argento colloidale può essere usato per le pulizie della casa. Se si deve lavare ed igienizzare il pavimento, si possono aggiungere due o tre cucchiai di Argento nel secchio con acqua e detersivo.

Un effetto antibatterico sui panni lo si ottiene aggiungendo un cucchiaio al detersivo della lavatrice.

Invece, se si vuole igienizzare:

  • spazzolini da denti
  • biberon
  • pentole
  • tettarelle

Lasciare gli oggetti a bagno con l’Argento almeno minimo per una mezzora, meglio se per una notte. Anche la frutta e la verdura possono essere trattate con un ammollo in Argento per 30 minuti prima del consumo.

E’ possibile vaporizzare argento colloidale su:

  • ampie superfici
  • sedili dell’auto
  • materassi
  • tende
  • interno del frigorifero
  • tavoletta del wc
  • vasca da bagno

Leggi anche: Anti pulci gatti naturale

Fai da te argento colloidale

E’ possibile fare in casa l’Argento colloidale anche con un ragionevole livello di sicurezza. Il procedimento è semplice e rapido in quanto il materiale per la produzione è di facile reperibilità.

Per il fai da te argento colloidale basta munirsi di un apparecchio acquistabile online. Fatto questo, basta seguire bene le istruzioni del produttore e usare sempre molta prudenza.

Se vogliamo ottenere un Argento colloidale di alta qualità, allora questi due elementi devono essere di ottima fattura:

  • Barrette di argento purissimo
  • Acqua bi-distillata

Le barrette di argento servono a far passare l’elettricità fungendo da elettrodi, anodo (polo +) e catodo (polo -). Una volta immersi nell’acqua bi-distillata, per elettrolisi di formano particelle (Ag°) di Argento neutre e ioni di Argento (Ag+).

Se la soluzione rimane così, senza aggiunta di alcun tipo di sale, avremmo un bilanciamento tra gli ioni di Argento con quelli di Idrossido. Con l’aggiunta di sale, si produce una nuvola bianca, bisogna pertanto, fare attenzione a non ingerire il prodotto.

Tra le raccomandazioni, le più importanti riguardano l’uso dell’acqua che deve essere di grado farmaceutico cioè bi-distillata. In alternativa, si può optare per la distillata ma mai e per nessun motivo, usare acqua del rubinetto.

Le barrette devono essere di argento puro e quindi, al 99,99 per cento.

Una volta acquistata l’attrezzatura per la produzione di argento colloidale in casa, basterà attenersi scrupolosamente alle istruzioni del produttore dell’apparecchio.

Scopri un rimedio naturale efficace che sia in grado di curare bene e in fretta la candida, leggi tutto Qui

MioGreen

Studio dal 1996 le migliori tecniche di Crescita Personale associate ad una alimentazione produttiva per la mente ed il corpo. Esperto in meditazione ed autoipnosi, ho elaborato un metodo esclusivo per programmare l'inconscio e renderlo più produttivo per la nostra vita. La malattia nasce da un pensiero, arrivare prima che tale pensiero metta radici fa la differenza, i rimedi naturali sono la via che la saggezza dell'universo ci offre per ritrovare pace ed equilibrio.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Back To Top