skip to Main Content

Ceci dietetici e salutari. Come cuocere i ceci

Ceci Dietetici E Salutari. Come Cuocere I Ceci

Come cuocere ceci dietetici e salutari, la cottura dei ceci, alimento naturale ricco di vitamine e minerali, utile per colesterolo e sistema immunitario

Che si tratti di ceci in scatola o di ceci secchi, conoscere il metodo giusto per la cottura dei ceci è molto importante, ceci dietetici e salutari.

Ceci in umido o in minestre che riscaldano e danno forza quando le temperature si abbassano e abbiamo bisogno di energia.

Tra il legumi di qualità troviamo i ceci dietetici con i quali ci possiamo sbizzarrire in numerose ricette salutari. Appartenente alla famiglia delle Fabacee, furono gli antichi Egizi, i Greci e i Romani a coltivare il cece nel mondo antico.

Spiccate sono le proprietà energetiche di questo legume, il cui nome in latino “cicer” deriva dal greco “kikis” che sta per vigore, forza ed energia.

Ceci dietetici proprietà benefiche

I ceci fanno bene? Visto il contenuto in vitamine e sali minerali, i ceci fanno bene sicuramente. Quando prepariamo e mangiamo una zuppa di ceci, facciamo scorta di: Zinco, ferro, magnesio, calcio, sodio, fosforo, potassio.

Questi sono solo alcuni tra i minerali di cui i ceci sono molto ricchi. Per le vitamine invece, troviamo la A, la B, la C, la E, la K, che ne fanno un alimento utile al miglioramento del benessere.

Secondo una recente pubblicazione scientifica, questo legume, formerebbe una buonissima barriera antitumorale.

Ottimo diuretico, il cece, aiuta ad eliminare i sali in eccesso nel nostro corpo. Per chi è alle prese con i calcoli renali, un consumo regolare di ceci non sarebbe affatto fuori luogo.

I livelli di glicemia e colesterolo, mangiando questo alimento con regolarità, possono essere tenuti agevolmente sotto controllo.

Leggi anche: Insalata di verdure crude, 9 benefici mangiandola prima dei pasti

Nutrienti principali

Una buona porzione di ceci apporta sostanze utili ad aumentare il livello del ferro contrastando con ciò l’anemia.

I minerali e le vitamine presenti nel legume, regolano la pressione arteriosa, aiutano in caso di obesità, ipertensione, problemi del cuore.

Nei ceci troviamo lo zinco, minerale indispensabile per il buon funzionamento delle difese del sistema immunitario e per metabolizzare efficacemente le proteine.

Anche ossa e sangue traggono beneficio dal consumo di ceci grazie alla presenza della Vitamina K.

I ceci aiutano a perdere peso
Calorie ceci

Tra i ceci in scatola e i ceci secchi, ci sono differenze in termini di calorie e proteine. I ceci in scatola/barattolo, apportano per ogni 100 grammi, poco più di 6 grammi di proteine e sviluppano mediamente un carico di calorie pari a 100 kcal.

Cento grammi di ceci cotti, bolliti in acqua senza sale, apportano più o meno 120 calorie, il condimento può aumentare il carico calorico del piatto. Le proteine dei ceci secchi bolliti sono pari a 7 grammi. 

Cottura ceci

Come cuocere ceci dietetici e salutari? I ceci secchi, vanno prima di tutto versati su un piatto abbastanza contenente che ci permetta di trovare eventuali impurità.

Prima di procedere alla cottura, devono essere tenuti in ammollo in acqua fredda per almeno 12 ore. L’ammollo serve a reidratare i ceci secchi ed è una procedura indispensabile.

Prima della cottura, vanno risciacquati e scolati per bene e messi in una pentola alta dotata di coperchio, con abbondante acqua fredda.

A questo punto, si procede ad una cottura a fuoco lento, facendo borbottare l’acqua per un’ora abbondante. Il sale va aggiunto solo alla fine, diversamente, questo legume, farà fatica ad arrivare a cottura completa.

Altri condimenti durante la cottura meglio non aggiungere per non allungarne i tempi. Una volta cotti, i ceci possono essere spadellati con aglio e un filo di olio extravergine di oliva.

Leggi anche: Alimenti buonumore: mangiare bene per avere energia

Corretta conservazione

Si conservano in frigorifero per 4 giorni circa. I precotti invece, una volta aperto il barattolo in vetro o lattina, andrebbero consumati entro un paio di giorni al massimo.

Problemi intestinali e una intolleranza ai legumi potrebbero sconsigliare di mangiare questo alimento. Gli effetti collaterali più comuni sono la difficile digestione e il gonfiore intestinale.

Ester

Ho cercato a lungo il miglior stile di vita per la mia mente ed il mio corpo. Mi occupo di salute partendo da un approccio olistico, il pensiero, le memorie dolorose che influiscono sul nostro corpo, Mi appassiona tutto ciò che ci rende migliori di come eravamo un minuto fa. Scrivo per condividere il mio sapere.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Back To Top