Verdure di ottobre, cosa mangiare in autunno

Varietà Verdure Di Ottobre

Aggiornato 2 Marzo 2024

Mettiamo in tavola le verdure di ottobre e la frutta di stagione per arricchire la nostra alimentazione e aumentare il benessere

Con il cambio di stagione cambiano anche le abitudini alimentari, l’autunno porta in tavola le verdure di ottobre insieme alla frutta.

Mangiare verdura cruda o cotta, aggiunta alla frutta di stagione, aiuta l’organismo ad affrontare meglio i primi freddi e le malattie da raffreddamento.

Oltre a raccomandare il consumo della verdura di stagione, ci tengo ad incoraggiare l’acquisto di verdura e frutta a chilometro zero.

La verdura di ottobre la si trova facilmente vicino casa, in qualche mercato rionale o, meglio ancora, direttamente dal contadino.

Scegliendo la verdura e la frutta a chilometro zero, guadagniamo in freschezza del prodotto dando anche un grande contributo al contenimento dell’inquinamento.

Proprietà verdure di stagione

Sono tante e importanti le proprietà che troviamo nella verdura dell’autunno.

La verdura di ottobre e, dell’autunno in generale, è ricca della preziosa vitamina C presente in buona percentuale nel cavolo, nel topinambur e nel radicchio.

Il cavolo ed il radicchio, sono inoltre, anche ricche di sali minerali come calcio, fosforo, potassio.

L’utilissima vitamina B9, ovvero l’acido folico, è contenuta in buona quantità nel cavolo.

Nel topinambur e nel finocchio, spicca il contenuto di potassio.

Lo spinacio abbonda in ferro che però, per essere assimilato dal nostro organismo, deve essere condito con il limone, ricco di acido ascorbico.

Anche il calcio è un minerale che, insieme ad altri minerali e vitamine, rendono prezioso lo spinacio.

Mangiare verdure crude

Quando è possibile, mangiare le verdure crude è senza dubbio il miglior modo per assimilare tutte le vitamine e i sali minerali in esse contenuti.

Le verdure al vapore si fanno preferire a quelle cotte in padella, destinate queste ultime, a perdere molte delle buone proprietà.

Verdure di ottobre

Il mese di ottobre, porta in dote alcune verdure molto preziose per il nostro benessere, cavolo e radicchio su tutte.

Altre importanti verdure di stagione sono: finocchio, spinacio e topinambur.

Tra gli aspetti nutrizionali che accomunano queste verdure, troviamo un buon contenuto di vitamine molto utili per la nostra salute.

Ti potrebbe interessare: Quale verdura resiste all’uso dei pesticidi e puoi mangiarla in sicurezza

Verdure stagione ottobre

Oltre alle nuove verdure stagionali, possiamo continuare a mangiare anche quelle che stanno concludendo il loro ciclo come ad esempio:

  • Fagiolini
  • Melanzane

Ad ottobre, oltre alle verdure di fine stagione, ne troviamo di altre che sono disponibili fresche da settembre:

  • Zucca
  • Porro
  • Cicoria

Durante i mesi autunnali, possiamo ovviamente, mangiare anche le tantissime verdure che sono disponibili durante tutto l’anno come:

  • Cipolla
  • Bieta
  • Patata
  • Aglio
  • Cece
  • Fagiolo
  • Pisello
  • Lenticchia
  • Carota
  • Sedano
  • Erba cipollina
  • Scalogno


Verdure di fine stagione

Con ottobre se ne va la verdura della primavera e dell’estate e cioè i fagiolini, gli zucchini, i cetrioli, i peperoni e i ravanelli.

Ti potrebbe interessare: Come riutilizzare quello che scarti della verdura

Conclusione

Le verdure di ottobre sono una fonte di nutrienti molto utili per il benessere, l’autunno è una stagione molti interessante per l’alimentazione.

Abbiamo la fortuna di essere un paese con un clima che permette la buona coltivazione di gran parte della verdura che mangiamo.

La verdura di ottobre è ricca di sostanze che aiutano l’organismo ad affrontare i primi sbalzi di temperatura e le avvisaglie delle malattie da raffreddamento.

Le verdure danno il massimo del loro apporto salutare quando sono consumate crude o appena scottate.

Tuttavia, gli effetti benefici delle verdure sul nostro organismo, anche se in minor parte, possono essere riscontrati anche dopo la cottura.

Nota per il lettore: Tutti i contenuti pubblicati su questo sito, sono solo ed esclusivamente a carattere divulgativo e non hanno alcuna pretesa di costituire una cura, una diagnosi, prescrizione o formulazione di ricette o parere medico. Leggi tutto il Disclaimer.
Torna su