skip to Main Content

Come scegliere vitamine e integratori alimentari di qualità

Scegliere Vitamine E Integratori

Ultimo aggiornamento 1 Ottobre 2022

Sempre più persone ricorrono a supplementi per aumentare il benessere, ecco perché diventa importante scegliere vitamine e integratori alimentari di qualità.

Integratori alimentari e vitamine

Il mercato attuale, offre un’infinita varietà di prodotti, per questo, diventa complicato, scegliere vitamine e integratori sicuri e che apportino i benefici promessi. Nel commercio globale di tali materie, la scelta di vitamine e integratori, è perciò, resa difficile anche dalle diverse legislazioni di ogni paese.

Si può affermare che l’uso di vitamine e degli integratori alimentari, serve per dare all’organismo, quelle sostanze che oramai, è diventato difficile assimilare dagli alimenti. Con questo tutorial sulle vitamine e sugli integratori alimentari, cerchiamo di darti tante informazioni utili per effettuare una scelta consapevole. Qui trovi tutto quello che c’è da sapere per scegliere vitamine e integratori alimentari di qualità.

Cosa sono le vitamine e gli integratori

Integratori e vitamine sono un insieme di sostanze naturali che hanno la finalità di fornire un valido supporto al miglioramento della salute fisica e mentale.

Si ritiene che gli integratori alimentari siano formati da vitamine e minerali, erbe e sostanze antiossidanti, enzimi, aminoacidi, probiotici e prodotti botanici.

Prima di scegliere vitamine e integratori è bene specificare quali nutrienti appartengono a questa categoria:

  • Vitamine. Le vitamine sono delle piccole sostanze indispensabili, dei nutrienti necessari per il buon funzionamento del corpo e che aiutano a mantenere il benessere. Alcune vitamine, hanno un ruolo importante nella crescita, per l’apparato digerente e l’appetito. Le vitamine si suddividono in due gruppi:
  • Liposolubili, A, D, K, E. Le vitamine liposolubili si sciolgono nel grasso e possono perciò, restare immagazzinate per un certo periodo nel corpo.
  • Idrosolubili, C, Gruppo B. Le idrosolubili si disperdono invece nell’acqua, si eliminano attraverso l’urina ed il sudore. Questo tipo di vitamine, non si accumula nel corpo e necessita quindi di un’assunzione continua.
  • Minerali. I minerali sono essenziali per alcuni processi l’equilibrio dei liquidi, la salute delle ossa, dei denti e della crescita.

Generalmente, una persona sana e in buona salute, è in grado di assimilare sia le vitamine che i minerali da una buona e variegata alimentazione. Gli integratori, lo ricordiamo, non devono essere intesi come sostituti degli alimenti da assumere con la dieta. Al giorno d’oggi però, sempre più persone, hanno la necessità di fare ricorso agli integratori per riuscire a soddisfare il fabbisogno di vitamine e minerali.

Riassunto

Gli integratori contengono vitamine, minerali, probiotici, erbe e prodotti botanici che aiutano, assumendoli, ad integrare gli elementi nutrizionali di una dieta variegata.

Nutrienti alimenti o integratori con vitamine e sali

Assimilare sia le vitamine che i sali minerali dagli alimenti della dieta è la miglior cosa che si possa fare. Ricordiamo ad esempio che gli agrumi sono un’ottima fonte di vitamina C, le verdure a foglia contengono invece una buona quantità di vitamina K. In una alimentazione bilanciata, abbiamo poi la possibilità di dare al nostro corpo sostanze essenziali come:

  • proteine;
  • grassi;
  • fibre;
  • antiossidanti;
  • fitochimici;
  • fitonutrienti.

I fitonutrienti sono presenti in grande quantità nella frutta e nella verdura. Si tratta di sostanze chimiche naturali che, seppur non indispensabili, aiutano a mantenere un ottimo livello di benessere.

A questi benefici nutrizionali, ricavabili da una dieta equilibrata, gli integratori rispondono fornendo lo stretto indispensabile, ovvero, solo quelle quantità di nutrienti necessarie.

Che l’assunzione dei nutrienti sia più efficiente quando avviene attraverso gli alimenti, lo dimostra uno studio molto interessante che ha coinvolto più di 30mila persone.

Il gruppo di studio, con una adeguata integrazione da fonti alimentari, ha visto associato un ridotto di rischio di morte per malattie del cuore. Lo stesso risultato, non si è tuttavia raggiunto consumando i medesimi nutrienti sottoforma di integratori.

Chi ha una accertata carenza nutrizionale o coloro i quali, non traggono nutrienti a sufficienza dall’alimentazione, è possibile che traggano benefici dall’assunzione di integratori.

Riassunto

Con una alimentazione varia e bilanciata assumiamo vitamine e sali minerali utili al nostro benessere meglio che con gli integratori. Questi ultimi, aiutano quando gli alimenti della nostra dieta non ci danno i nutrienti necessari.

Scegliere vitamine e integratori. Quando prendere vitamine e minerali

Gli integratori con vitamine e minerali si assumono nel momento in cui non si riesce ad assimilare a sufficienza dagli alimenti i nutrienti.

Chi gode di buona salute, un adulto con una dieta varia e ricca di sostanze nutrienti, non ha quasi mai necessità di prendere integratori alimentari.

Alcune persone invece, a seguito di determinati accadimenti, hanno bisogno di un supplemento di nutrienti sottoforma di integratori alimentari:

  • adulti o bambini con accesso limitato agli alimenti;
  • lattanti allattati al seno esclusivamente o parzialmente;
  • individui con malassorbimento dei nutrienti;
  • allattamento o donne in gravidanza;
  • carenze nutrizionali diagnosticate in adulti o bambini;
  • chi segue dieta vegana e vegetariana;
  • soggetti sottoposti a chirurgia bariatrica.

Esistono poi alcune carenze di vitamine che oramai sono molto comuni, si pensi ad esempio alla carenza di vitamina D. Le ultime stime, parlano di bassi livelli di vitamina D riscontrata in più di un miliardo di persone. Aumentare i livelli di vitamina D con la sola dieta è praticamente impossibile. Il nostro corpo, attraverso l’esposizione al sole, può produrre la vitamina D in quantità sufficiente ad innalzare i livelli, in questo articolo ti spiego come.

Cause della carenza di vitamina D, sono il troppo vivere al chiuso e poco all’esterno, l’uso di creme solari che impediscono l’assorbimento dei raggi solari. Ecco spiegato il perché, troviamo oggi, molti dottori che suggeriscono il ricorso agli integratori per innalzare i livelli della vitamina D.

Vitamine e integratori per bambini

Scegliere vitamine e integratori per i bambini solo quando sono utili in determinate condizioni. Negli USA ad esempio, i pediatri, consigliano l’assunzione di vitamina D nella misura di 400 UI giornaliere per i bambini allattati al seno. L’integrazione si mantiene fino a quando il bambino non inizia a nutrirsi con latte arricchito con vitamina D.

L’allattamento al seno, seppur considerata la migliore forma di nutrizione per il neonato, sembra non essere in grado di fornire sufficiente vitamina D. I bambini e gli adolescenti vegetariani e vegani, rischiano di avere bassi livelli di alcune vitamine come la B12 e la D. Calcio ferro e zinco, il più delle volte, sono invece i minerali di cui sono carenti, i giovani con questo tipo di alimentazione. Anche per bambini e adolescenti, ricordiamo che la via principale, per una corretta assunzione di vitamine e minerali,è attraverso una dieta sana e variegata.

Se tuttavia, ci sono le condizioni che portano ad una carenza di vitamine e minerali, è importante fare attenzione al dosaggio negli integratori. Nei più piccoli infatti, il fabbisogno di minerali e vitamine, è diverso rispetto ad un adulto.

Riassunto

Anche se raramente, si possono presentare le condizioni per cui anche i bambini, hanno bisogno di assumere gli integratori alimentari. Gli integratori alimentari per i bambini e per gli adolescenti, devono avere concentrazioni dei nutrienti, in proporzione al peso e all’età. Prima di far assumere gli integratori ai bambini è bene consultare il medico curante.

Regolamento europeo per gli integratori

L’Unione Europea, ha deciso di disciplinare gli integratori di vitamine e minerali, esattamente come se fossero degli alimenti. La responsabilità riguardo la sicurezza e l’assenza di rischi nell’assunzione  del prodotto, rimane in capo al produttore, all’importatore e al distributore degli integratori.

Problemi con gli integratori

Gli integratori alimentari, come abbiamo visto, correggono eventuali carenze di vitamine e minerali che, per i più svariati motivi, possono manifestarsi. Esistono tuttavia, delle accortezze da avere, quando si decide di fare ricorso all’uso degli integratori. La prima accortezza, prima di assumere concentrati di vitamine e minerali, è quella di consultare il medico per avere un parere qualificato. Fatto questo, una volta stabilito il tipo di integratore da prendere, si devono chiedere informazioni  riguardo possibili interazioni ad esempio con farmaci ed alcol.

Tanto per fare un esempio, un integratore di calcio può creare interazione con gli antibiotici riducendone l’efficacia, può inoltre, diminuire il ferro assorbito dal cibo. Chi assume farmaci per fluidificare il sangue, deve fare attenzione nell’integrare la vitamina E sapendo che questa, aumenta il rischio di sanguinamenti.

Integratori contenenti erbe e principi botanici, sono da prendere con molta cautela quando gli studi sono pochi e non sufficienti a garantirne una ragionevole sicurezza. L’interazione dei farmaci con le erbe e principi botanici degli integratori, può in alcuni casi, essere molto pericolosa.

Ingredienti integratori alte dosi

Le teorie e gli studi riguardo l’assunzione di integratori ad alte dosi, non convergono sulle conclusioni. Le quantità dei nutrienti presenti negli integratori di vitamine e minerali, che i vari enti governativi raccomandano, sono le massime da prendere in sicurezza. Il pericolo che tali integratori, assunti in dosi massicce, diventino tossici in un tempo prolungato, esiste e lo si deve tenere in considerazione.

Oltre alla dose massima raccomandata, esiste anche quella tollerata per l’assunzione di vitamine e minerali che indica l’improbabilità di un effetto collaterale grave. Il fabbisogno di vitamine e minerali cambia nel tempo, diverse sono le esigenze a seconda dell’età, del peso e del sesso. Alcune vitamine, le liposolubili A, D, E, restano immagazzinate nel grasso corporeo e, un eccessivo accumulo, può portare ad effetti tossici importanti.

Diverso è il discorso per le vitamine idrosolubili come ad esempio la vitamina C che sono costantemente eliminate dal corpo con minor rischio di tossicità.

Effetti collaterali integratori

Anche se assunti attenendosi alle dosi raccomandate e alla tolleranza suggerita, gli integratori alimentari possono avere effetti collaterali. Quelli più comuni, tra gli effetti collaterali conosciuti per gli integratori alimentari sono:

  • mal di testa;
  • nausea;
  • disturbi digestivi.

Gli effetti collaterali più importanti riguardano gli integratori con erbe e principi botanici. Anche per questi, i più noti sono:

  • reazione allergica;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • battito cardiaco irregolare.

Integratori con poche vitamine e minerali

La quantità di vitamine e minerali dichiarata da produttore non sempre corrisponde a quella effettivamente contenuta negli integratori. Il risultato, oltre allo spreco dei soldi, è quello di non riuscire a colmare la carenza di vitamine e minerali. Le indicazioni sulla confezione degli integratori, non possono far riferimento a nessun tipo di patologia per cui l’assunzione degli stessi è consigliata.

E’ possibile tuttavia, il riferimento a qualche studio o ricerca che abbia dimostrato l’efficacia degli integratori in determinate condizioni. Le informazioni, posso anche riguardare l’influenza che, l’assunzione di determinati nutrienti, hanno sul funzionamento di alcuni organi del corpo.

Riassunto

Gli integratori alimentari possono avere effetti collaterali e produrre tossicità nel corpo. E’ importante fare attenzione all’interazione di integratori, erbe e principi botanici con i farmaci e l’alcol. Al momento dell’acquisto poi, è sempre consigliato chiedere informazioni riguardo il reale contenuto dei nutrienti a garanzia dell’efficacia del prodotto.

Vendita integratori con multi-level marketing

La richiesta di prodotti destinati ad aumentare il benessere aumenta sempre di più così come la vendita di integratori con il multi-level marketing. Sappiamo bene come questo tipo di mercato, si basi principalmente su sistemi cosiddetti a piramide. Chi sta sopra quindi, guadagna sui chi sta sotto, l’ultimo che entra è il più svantaggiato.

Si entra in questo tipo di mercato anche con programmi di affiliazione, si guadagna sul venduto senza alcun tipo di assunzione. Vendere integratori di vitamine e minerali con il multi-level marketing significa poter avere a disposizione un vasto catalogo con molti prodotti. Questo tipo di vendita degli integratori, punta molto sulla pubblicità dando informazioni, talvolta fuorvianti, sui benefici per la salute e nelle diete dimagranti.

Se ci si rivolge al multi-level marketing per acquistare integratori alimentari, il consiglio è di fare attenzione alle concentrazioni dei nutrienti. Capita infatti sovente, di pagare un prezzo esagerato a fronte di un contenuto in vitamine e minerali davvero esiguo. Un occhio di riguardo anche alla qualità e alla sicurezza degli integratori acquistati sui canali di vendita del multi-level marketing. Controllare il tipo di conservante, gli additivi e gli aromi scritti sulla confezione degli integratori.

Riassunto

Acquistare gli integratori alimentari dal multi-level marketing può comportare una spesa maggiore a dispetto di meno ingredienti contenuti e di una minore efficacia dei preparati. La pubblicità e la vendita dei consulenti non deve trarvi in inganno, fate sempre un controllo di qualità prima di acquistare vitamine e minerali.

Conclusioni

Scegliere vitamine e integratori alimentari di qualità solo quando abbiamo effettivamente bisogno di porre rimedio a delle carenze nutrizionali. In determinate situazioni, è normale avere un aumento fabbisogno di alcune vitamine e sali minerali, in questo caso, poniamo attenzione a ciò che acquistiamo.

Gli integratori sono disponibili per l’assunzione, in diverse forme che vanno dalla forma liquida alla compressa, alle capsule di varie forme e grandezza. Una dieta varia e bilanciata, fornisce tutti i nutrienti necessari al corpo per stare bene e riduce al minimo la necessità di integrare. Infine, prima di iniziare l’uso di integratori alimentari, rivolgersi al medico per un parere qualificato.

Nota per il lettore: Tutti i contenuti pubblicati su questo sito, sono solo ed esclusivamente a carattere divulgativo e non hanno alcuna pretesa di costituire una cura, una diagnosi, prescrizione o formulazione di ricette o parere medico. Leggi tutto il Disclaimer.

Studio dal 1996 le migliori tecniche di Crescita Personale associate ad una alimentazione produttiva per la mente ed il corpo. Esperto in meditazione ed autoipnosi, ho elaborato un metodo esclusivo per programmare l'inconscio e renderlo più produttivo per la nostra vita. La malattia nasce da un pensiero, arrivare prima che tale pensiero metta radici fa la differenza, i rimedi naturali sono la via che la saggezza dell'universo ci offre per ritrovare pace ed equilibrio.

Back To Top