skip to Main Content

Coltivare sedano, facile e con tanti benefici

Sedano, Tanti Benefici E Facile Da Coltivare

Ultimo aggiornamento 1 Ottobre 2022

Chi ama fare l’orto o piantare qualcosa di buono sul balcone, sa benissimo che coltivare sedano è facile e porta molti benefici per il benessere. Questa verdura è di largo uso in cucina e si usa molto spesso nella preparazione, ad esempio del soffritto, come base per il sugo.

In ogni momento della giornata si può gustare un buon sedano, al naturale o preparato con diversi condimenti, i benefici sono sempre molti. Se poi, abbiamo deciso di coltivare sedano in giardino o in vaso sul balcone, mangeremo di certo più nutrienti e meno pesticidi.

Perché coltivare sedano in casa

La coltivazione del sedano è molto facile, possiamo farla in casa sul balcone e, ovviamente, anche in giardino. Oltre ad essere una pianta biennale, il sedano si adatta molto bene ai diversi tipi di clima che incontra. In casa, in un piccolo spazio, possiamo piantare il sedano e averne in continuazione per un numero che va da 2 a 4 persone. Continuando nella lettura, scoprirai come è facile piantare sedano ed avere raccolti abbondanti per la durata di tutto l’anno seminandolo una sola volta.

Il sedano in cucina

Tra gli alimenti base della dieta mediterranea, c’è sicuramente anche il sedano, un concentrato di sapore che, grazie ai contenuti nutrizionali, apporta molti benefici. Nelle varie ricette, oltre ad aggiungere sapore e aroma, il sedano dà anche una croccantezza unica ai piatti. Il sedano, fa parte degli ingredienti con cui si prepara il soffritto per il sugo ed altre preparazioni. Buonissimo è il sedano tagliato a bastoncini da intingere nel pinzimonio. Il pinzimonio, è un condimento che si prepara con olio e sale a cui aggiungere, a piacere, pepe, limone, basilico, timo, e aceto.

Coltivare sedano, i benefici

Fino al diciassettesimo secolo dopo Cristo, il sedano ha trovato largo impiego come medicinale, questo a conferma delle sue proprietà. La coltivazione in casa di un buon sedano evitando l’uso di pesticidi e preservandolo da altre sostanze dannose, aumenta i benefici per un naturale benessere. I benefici del mangiare sedano si possono riscontrare quando si hanno problemi di:

  • sovrappeso;
  • malattie della pelle;
  • catarro cronico;
  • infiammazione.

Un apporto di sedano nella dieta, si è dimostrato efficace nel ridurre i danni prodotti dai radicali liberi, buoni anche i risultati sul sistema cardiovascolare. Altri benefici, mangiando sedano, si hanno per l’intestino e per l’apparato digerente in genere. Ottimo anche come aiuto per la fertilità dell’uomo.

Cosa contiene il sedano

Il sedano, nonostante il suo gambo sia composto per il 95% da acqua, è una pianta ricca di nutrienti molto utili per il benessere. In uno stelo di sedano sono presenti in buona quantità le seguenti vitamine:

  • A in misura pari al 10% del fabbisogno;
  • K in ragione del 25% del fabbisogno;
  • C pari al 6% della dose giornaliera raccomandata.

Tra i minerali, nel sedano sono presenti il calcio, il manganese, sodio e potassio.

Motivi per coltivare sedano

Piantare sedano in casa, orto o giardino che sia, è semplice e alla portata di tutti. L’occorrente per iniziare è davvero poco. La scelta è tra piantare del sedano facendo ricorso ai semi o alla pianta stessa. Le principali motivazioni per piantare sedano in casa sono:

Assenza di pesticidi e sostanze tossiche dannose

Il sedano coltivato comunemente, a differenza di quello biologico, è tra gli alimenti più ricchi di pesticidi, leggi qui come eliminarli da frutta e verdura. La contaminazione della pianta con altre sostanze chimiche oltre ai pesticidi è molto alta e richiede prima del consumo, un accurato lavaggio.

Coltivando il sedano in balcone o nel giardino di casa, siamo sicuri di mangiare un prodotto veramente sano per tutta la famiglia.

Più elementi nutrienti

Se il terreno dove piantiamo il sedano è di qualità, anche il prodotto che porteremo sulle nostre tavole avrà un valore nutritivo eccellente. Del sedano acquistato in negozio invece, sappiamo poco o nulla riguardo le sostanze chimiche con cui può essere entrato a contatto.

Sedano nostrano, sapore unico

L’assaggio del sedano coltivato in casa, lascia spesso sbalorditi dal profumo e dal sapore intenso, nulla a che vedere con quello del negozio. Il sedano è nelle ricette di tutto il mondo da molti secoli e il motivo, oltre ai benefici per la salute, è la sua bontà.

Consigli per coltivare sedano

Il primo suggerimento, se siete alle prime armi, è quello di evitare i semi di sedano da piantare. Il motivo è semplice e noto, i semi di sedano sono un po’ bizzarri e vogliono più tempo rispetto ai semi di altre piante. Per una coltivazione facile e veloce, abbiamo bisogno di una buona piantina di sedano, possibilmente biologica e quindi, non trattata con pesticidi e sostanze chimiche.

Offri le migliori condizioni alla pianta

Per crescere prospera e rigogliosa, la pianta di sedano, come tutte le piante, ha bisogno delle migliori condizioni possibili. Sappiamo che piantare sedano non richiede delle competenze specifiche, tuttavia, alcuni nozioni, servono per ottenere buoni raccolti. Una volta piantato, il sedano richiede una minima manutenzione che consiste nel liberare il terreno dalle erbacce e nel controllare la presenza di parassiti. In verità, non sono molti i parassiti che attaccano questa coltivazione e quei pochi sono facilmente eliminabili.

Dove piantare il sedano

A primavera, il sedano può essere piantato all’aperto purché ci sia una temperatura media di almeno 12 C°. Entro 12 e 26 C° si ha la migliore temperatura per una buona crescita del sedano all’aperto. Ci sono diverse varietà di sedano e ognuna di esse, differisce poco dalle altre, per quel che riguarda le condizioni climatiche.

Quanta luce solare per il sedano

Ogni pianta, per crescere sana ha bisogno di un’adeguata esposizione alla luce del sole, le lampade artificiali richiedono invece, almeno il doppio di tempo. Sei ore di luce solare, meglio se otto, sono sufficienti per aver un buon raccolto di sedano.

Quale terreno per la coltivazione del sedano

Se scegliamo di coltivare il sedano in vaso, un terriccio biologico di qualità è la miglior scelta da fare. Se invece, la pianta si mette nel terreno del giardino, fare attenzione al drenaggio e al pH del terreno tra 5,8 e 6,8. Una buona prassi è aggiungere uno strato di compost organico sopra al terreno di coltivazione. Le piantine di sedano si piantano in giardino ad una distanza ideale di 15 cm l’una dall’altra.

Se lo spazio è poco, si può arrivare anche a 10 cm di distanza ed avere un raccolto ugualmente abbondante e sufficiente per una famiglia.
Se invece, si vuol piantare il sedano in una vaso, scegliere contenitori da 30 cm di diametro e 30 di profondità.

Quanta acqua per il sedano

Essendo ricco di acqua per il 95%, il sedano richiede più innaffiatura rispetto ad altri tipi di piante. Quando le temperature si alzano, meglio annaffiare il sedano almeno una volta al giorno facendo attenzione ad evitare il ristagno dell’acqua. Un parametro per valutare se la pianta ha bisogno di acqua è se questa sta appassendo, in questo caso si deve annaffiare di più.

Quando raccogliere il sedano casalingo

Il sedano che trovi in negozio potrebbe metterci anche quasi tre mesi prima di dare steli buoni da mangiare. Per il sedano coltivato in casa invece, non c’è un tempo standard per il raccolto. Una volta che la pianta produce una decina di steli, piccoli o grandi che siano, è tempo di raccoglierli. Importante è fare attenzione e raccogliere solo gli steli esterni lasciando al loro posto quelli interni. Facendo così, è possibile avere un buon sedano casalingo per l’intera durata della stagione.

Come conservare il sedano fresco

Se lo abbiamo in casa, meglio tagliare e consumare subito il sedano, tuttavia, qualora si abbia necessità di conservarlo, ecco come fare.

Prendere un barattolo in vetro, mettere i gambi del sedano e riempire di acqua sino al bordo. Se la temperatura ambiente è elevata, possiamo riporre il barattolo in frigorifero.

Conclusioni

Coltivare sedano in casa è facile e ci regala tanti benefici per il nostro benessere. Una pianta antica molto usata in passato come efficace rimedio naturale per tanti disturbi. Da molti secoli, l’uso del sedano in cucina è diventato consuetudine in tutto il mondo per dare profumo e sapore ai piatti. Coltivare il sedano in casa significa avere un prodotto sicuro e privo sia di pesticidi che di sostanze chimiche potenzialmente dannose per l’uomo.

Nota per il lettore: Tutti i contenuti pubblicati su questo sito, sono solo ed esclusivamente a carattere divulgativo e non hanno alcuna pretesa di costituire una cura, una diagnosi, prescrizione o formulazione di ricette o parere medico. Leggi tutto il Disclaimer.

Studio dal 1996 le migliori tecniche di Crescita Personale associate ad una alimentazione produttiva per la mente ed il corpo. Esperto in meditazione ed autoipnosi, ho elaborato un metodo esclusivo per programmare l'inconscio e renderlo più produttivo per la nostra vita. La malattia nasce da un pensiero, arrivare prima che tale pensiero metta radici fa la differenza, i rimedi naturali sono la via che la saggezza dell'universo ci offre per ritrovare pace ed equilibrio.

Back To Top