skip to Main Content

Cura dell’uva: disintossica, rigenera, ringiovanisce

Cura Dell'uva: Disintossica, Rigenera, Ringiovanisce

Ultimo aggiornamento 23 Aprile 2022

Con l’ampeloterapia, la cura dell’uva, l’organismo si disintossica e si rigenera, un rimedio naturale da seguire con attenzione

Come fare la cura dell’uva quanto dura e per cosa fa bene. Facile da iniziare e portare a compimento, la cura dell’uva aumenta il nostro benessere.

L’autunno ci regala tante cose buone per la nostra salute, l’uva è senza dubbio una di queste.

100 grammi di uva contengono

  • Potassio 0,2 g
  • Fosforo 20 mg
  • Calcio 15 mg
  • Magnesio 8 mg
  • Zolfo 8 mg
  • Cloro 3 mg
  • Sodio 2 mg
  • Zinco 0,1 mg
  • Ferro 0,35 mg
  • Rame 0,13 mg
  • Manganese 0,07 mg
  • Iodio 0,002 mg

Cura dell’uva quale scegliere

Frutto dalle spiccate proprietà benefiche per l’intero nostro organismo, l’uva arriva sulla nostra tavola con le sue caratteristiche sfumature di colore.

Nella rilevazione dei consumi di frutta, l’uva è seconda solo agli agrumi, a testimonianza della grande popolarità di cui gode il frutto.

Che sia del tipo comunemente definita bianca o rossa, per perseguire il nostro scopo non ha grande importanza.

Quel che conta, è la quantità che ne dovremo mangiare e la durata della cura. La combinazione di questi due fattori, ci permetterà di ottenere determinati risultati.

Per cosa fa bene la cura dell’uva

Mangiare regolarmente uva, un concentrato di sostanze preziose, fa bene a chi soffre di reumatismi, gotta e artrite.

Anche fegato e cuore, migliorano la loro funzione grazie alle sostanze contenute nei chicchi di questo buonissimo frutto autunnale.

L’effetto disintossicante di questo tipo di cura a base di uva, è determinato dall’effetto di contrasto che il frutto esercita contro l’acidità.

I nutrienti che compongono l’uva, permettono all’organismo di depurarsi a poco a poco durante le fasi della cura.

Leggi anche: Più forza, più energia, salute e benessere con i 5 imperdibili alimenti dell’autunno

La cura dell’uva nel dettaglio

Perseveranza e convinzione sono fondamentali per portare a compimento questa cura del tutto naturale.

L’ampeloterapia, nome scientifico della cura, può avere una durata variabile, dai 2-3 giorni la settimana per un paio di settimane fino ad arrivare al mese.

Si inizia con mezzo chilo di uva al giorno con pasti molto leggeri, si arriva ai due chili sostituendo quasi del tutto gli altri alimenti.

Leggi anche: Depurati efficacemente con questo alimento naturale

Si integra il tutto con acqua per aiutare la depurazione e il processo di disintossicazione. In sostituzione al grappolo, si beve un bicchiere di succo di uva due volte al giorno per due volte la settimana per un mese circa.

Controindicazioni

La cura dell’uva è sconsigliata a chi ha l’ulcera, agli obesi, a chi è diabetico, chi soffre di patologie legate al colon e ai reni.

Particolare attenzione dovrebbero fare anche le donne durante il periodo del ciclo

Nota per il lettore: Tutti i contenuti pubblicati su questo sito, sono solo ed esclusivamente a carattere divulgativo e non hanno alcuna pretesa di costituire una cura, una diagnosi, prescrizione o formulazione di ricette o parere medico. Leggi tutto il Disclaimer.

Studio dal 1996 le migliori tecniche di Crescita Personale associate ad una alimentazione produttiva per la mente ed il corpo. Esperto in meditazione ed autoipnosi, ho elaborato un metodo esclusivo per programmare l'inconscio e renderlo più produttivo per la nostra vita. La malattia nasce da un pensiero, arrivare prima che tale pensiero metta radici fa la differenza, i rimedi naturali sono la via che la saggezza dell'universo ci offre per ritrovare pace ed equilibrio.

Back To Top