skip to Main Content

Amore e cervello, cosa accade quando ci innamoriamo

Amore E Cervello

La relazione tra amore e cervello, perché ci si innamora e cosa succede quando si prova un amore intenso. Come agiscono dopamina e serotonina

Abbiamo tutti sperimentato cosa succede quando ci si innamora veramente, l’amore e la ragione non sempre vanno di pari passo. Un amore intenso, un amore a prima vista, tutto, può scatenare una serie di reazioni tra cervello e cuore.

Quando amore e cervello si incontrano, succedono diverse cose che portano ad un cambiamento abbastanza evidente nei soggetti interessati.

Intanto, quando incontriamo il nostro “amore”, si attivano le aree dove i recettori di dopamina sono maggiori. La dopamina si trova in buona quantità nel sangue quando siamo di buonumore e anche negli stati di felicità.

Amore e assenza di giudizio morale

L’innamoramento porta ad una sorta di sospensione del giudizio morale sulla persona amata. Abbiamo zero interesse per il giudizio altrui e siamo pronti a vivere la relazione al di là di tutto.

Questo, secondo la scienza, è un meccanismo messo in atto dal cervello per una sorta di “bene superiore” riconducibile alla sopravvivenza della specie.

In pratica, se l’area del giudizio rimanesse attiva si avrebbero molti meno innamoramenti e di conseguenza meno riproduzione.

Disattivata momentaneamente l’area del giudizio, gli innamorati si legano attraverso il circuito della gratificazione.

Sostanze amore, dopamina, ossitocina

Quando si si innamora, mettiamo in circolo nel sangue, un sistema di sostanze in grado di cambiare la nostra chimica.

Tali sostanze possono:

  • eccitare
  • calmare
  • dare sicurezza
  • ansia
  • stimolare l’azione
  • diminuire la paura

L’incontro tra amore e cervello, determina la produzione di:

  • serotonina
  • dopamina
  • ossitocina

più altre sostanze che entrano in circolo portando cambiamenti nell’umore e negli stati d’animo degli innamorati.

Dal desiderio di volere accanto la persona amata passando per il sistema della ricompensa cerebrale. Un decennio di studi concentrati su cosa registra il cervello quando ci si innamora.

Quando siamo alle prese con un vero amore, unico, esclusivo e soprattutto ricambiato, gli effetti del cambiamento sono molto evidenti.

Stabilito che l’amore è collegata a due distinte aree del cervello:

  • area tegmentale ventrale
  • nucleo caudato

Sono aree importantissime in quanto fungono da regolatrici della dopamina, il neurotrasmettitore che ci fa sperimentare il benessere. Queste aree, sono inoltre, direttamente coinvolte nei complessi processi della ricompensa cerebrale.

Cosa ci spinge alla ricerca dell’amore

Siamo spesso alla ricerca dell’amore vero, dell’amore intenso come non mai. Al di là degli aspetti spirituali e romantici, per capire il perché di questa ricerca, la chimica ci viene in soccorso con una spiegazione abbastanza semplice.

Chi non si è mai innamorato difficilmente può comprendere lo stato di benessere in cui si trova chi ama ed è contraccambiato. La difficoltà di comprensione non sta tanto nella testa quanto proprio in una mancanza fisica.

Quando ci innamoriamo e siamo contraccambiati, andiamo alla costante ricerca di ciò che ci fa stare bene, la persona che amiamo.

Le aree del cervello, direttamente collegate all’amore, producono sostanze in grado di ridurre pensieri negativi, stress, dolori vari e la stanchezza.

Una relazione che mantiene vivo e rinnova ogni giorno questo sentimento, stimola il cervello a produrre la chimica del benessere. Non c’è differenza tra un amore nato oggi ed uno che si rinnova ogni giorno da decenni a questa parte, il cervello non fa differenza.

Quello che accade quando amore e cervello iniziano ad interagire è qualcosa che non fa distinzione di tempo, di razza, di inclinazioni sessuali e via dicendo.

Amore platonico e amore romantico hanno caratteristiche tali da innescare nel cervello processi unici. Tali processi, sono diversi da quelli che si basano essenzialmente sull’attrazione fisica e sul desiderio sessuale.

Leggi: Segreti e bugie, perché fanno male e vengono scoperti

Come si innamora un uomo e una donna

L’uomo tendenzialmente, in base a studi recenti, si innamora quando la donna soddisfa il suo senso estetico, corrisponde cioè ai suoi parametri di bellezza.

Questo perché, nell’uomo, le aree del cervello che si attivano in fase di pre innamoramento sono la corteccia visuale e la relativa area.

Nelle donne invece, le aree in gioco sono diverse. Ci sono ad esempio, i ricordi e la valutazione circa la capacità dell’uomo di badare a lei ed alla prole. Nessun giudizio morale entra in gioco quando due persone sono nella fase dell’innamoramento.

L’amore passa sopra tutto e chiude un occhio sull’aspetto morale di lui e di lei, salvo poi portare il conto se dovesse finire male, qui un interessante articolo sulle dipendenze affettive con soggetti border line.

Conclusioni

Quando un sentimento importante come l’amore bussa alla porta del cuore, il cervello tenta di mediare con i suoi ricordi, le sue credenze, i suoi avvertimenti.

Fermare un innamoramento in corso è sempre difficile in quanto le zone del giudizio vengono momentaneamente messe fuori uso. Non rimane altro da fare che vivere questa fase con più equilibrio possibile lasciando che l’euforia inondi tutto il nostro essere.

Leggi anche: Come scoprire una relazione da un abbraccio

MioGreen

Studio dal 1996 le migliori tecniche di Crescita Personale associate ad una alimentazione produttiva per la mente ed il corpo. Esperto in meditazione ed autoipnosi, ho elaborato un metodo esclusivo per programmare l'inconscio e renderlo più produttivo per la nostra vita. La malattia nasce da un pensiero, arrivare prima che tale pensiero metta radici fa la differenza, i rimedi naturali sono la via che la saggezza dell'universo ci offre per ritrovare pace ed equilibrio.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Back To Top