skip to Main Content

Come conservare le fragole ed evitare muffe

Come Conservare Le Fragole

Come conservare le fragole dopo averle raccolte o acquistate, allungare la durata delle fragole ed eliminare le muffe che fanno marcire subito il frutto

Come conservare le fragole e come acquistare buone fragole per evitare di buttarle dopo pochi giorni a seguito della formazione di muffe. Che siano fragole fresche o appena raccolte, ecco alcune informazioni su come lavare le fragole e su come conservarle bene.

Come conservare le fragole

La corretta conservazione delle fragole richiede poche ma indispensabili attenzioni. Dopo averle acquistate, il primo pensiero se non le si mangia subito, riguarda proprio come conservare le fragole, scegliendo il miglior modo possibile.

Una vaschetta di fragole quando si è fortunati, non va oltre i tre giorni di conservazione a temperatura ambiente, purché non faccia troppo caldo. In questo articolo scopriremo come conservare le fragole e farle durare più a lungo.

Come scegliere buone fragole

Scegliere buone fragole al momento dell’acquisto è il primo passo per farle durare più a lungo. Le fragole, vanno scelte in base al colore ed alla consistenza.

Fragole ammaccate, annerite e molli al contatto, rivelano la poca freschezza del frutto. Se si notano ciuffi di muffa, il consiglio è quello di non acquistarle in quanto sono sconsigliate da mangiare.

Dove riporre le fragole

Le fragole, una volta acquistate seguendo le giuste indicazioni e portate a casa, vanno tolte dalla confezione in plastica. In questa fase, va fatto un ulteriore, approfondito controllo visivo alla ricerca di eventuali muffe.

Se trovate anche solo una fragola con un piccolo ciuffetto di muffa, non esitate a rimuovere il ciuffetto e se l’intera fragola è compromessa buttatela. Ogni fragola ammuffita contaminerà infatti, molto velocemente tutte le altre.

Una volta tolte dalla vaschetta di plastica, un passaggio fondamentale è tamponare una ad una le fragole con un panno di carta assorbente. Le fragole vanno quindi riposte in un ampio e capiente contenitore in vetro o in un piatto da tavola.

Per far durare più a lungo le fragole, la distanza tra un frutto e l’altro e l’assenza di umidità, sono elementi fondamentali. Una volta seguite queste indicazioni, sistemare il piatto nel frigorifero.

Come e quando lavare le fragole

Come regola generale, lavare le fragole poco prima di mangiarle, è il miglior modo per consumarle al meglio. Tuttavia, se si ha necessità di prolungarne la durata, è bene procedere subito con la pulizia e lavare le fragole con aceto e acqua.

Altri metodi prevedono l’uso di vino rosso e del bicarbonato di sodio. Le fragole vanno lavate con il picciolo e le foglie verdi attaccate. Il picciolo va mantenuto per evitare che il liquido di lavaggio finisca nel frutto, cosa questa, che favorirebbe il formarsi di muffe e batteri.

come lavare le fragole correttamenteLavare fragole con aceto di mele

In un contenitore versate tre parti di acqua e una di aceto. Immergere le fragole per qualche istante, quindi procedere con il risciacquo sotto acqua corrente. Sistemare carta assorbente per alimenti su un ampio contenitore in vetro o in ceramica, asciugare bene ogni fragola ed adagiarle su carta facendo in modo che non si tocchino.

Leggi anche: Fragole, perché dovresti mangiarle spesso

Fragole con vino rosso

Un altro sistema per togliere sporco ed eliminare muffe, consiste nel lavare le fragole con vino rosso. Alcol e acidità del vino, garantiscono una sufficiente pulizia e lasciano un gusto decisamente accattivante sul frutto.

Il procedimento è semplice, le fragole vanno immerse per almeno un quarto d’ora in un contenitore con una quantità di vino rosso sufficiente per sfregarle tutte. Dopo aver mosso delicatamente le fragole per togliere le impurità, vanno scolate con delicatezza. Se le mangiate subito, non c’è bisogno di asciugarle, altrimenti vale il discorso fatto per il lavaggio con aceto di mele.

Lavaggio fragole con bicarbonato di sodio

Anche il bicarbonato di sodio offre una garanzia più che buona contro formazione di muffe e per eliminare batteri. In un contenitore, sciogliere nell’acqua un paio di cucchiaini di bicarbonato, quindi lasciare le fragole in immersione per almeno un quarto d’ora.

Se non le si mangia subito, anche in questo caso bisognerà procedere ad asciugatura e posizionamento in frigo come sopra descritto.

Conclusioni

Abbiamo visto come conservare le fragole, farle durare più a lungo seguendo pratici ed efficaci consigli. Le fragole sono un frutto che apparta notevoli benefici alla nostra salute, la corretta conservazione ed il lavaggio sono importanti per mantenere intatte le proprietà nutrizionali.

MioGreen

Studio dal 1996 le migliori tecniche di Crescita Personale associate ad una alimentazione produttiva per la mente ed il corpo. Esperto in meditazione ed autoipnosi, ho elaborato un metodo esclusivo per programmare l'inconscio e renderlo più produttivo per la nostra vita. La malattia nasce da un pensiero, arrivare prima che tale pensiero metta radici fa la differenza, i rimedi naturali sono la via che la saggezza dell'universo ci offre per ritrovare pace ed equilibrio.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Back To Top