skip to Main Content
Autoguarigione Come Fare Stimolando I Punti Giusti

Autoguarigione come fare stimolando i punti giusti

Argomenti trattati

Emozioni e salute, il benessere indotto, autoguarigione come fare, la tecnica giusta che permette di stimolare efficacemente il nostro corpo

Autoguarigione come fare a stimolare i punti che permettono al nostro corpo di liberare i blocchi emozionali che stanno alla base di molte malattie, un sistema di auto aiuto molto efficace.

Siamo auto-determinati

Il nostro organismo è un sistema davvero unico, siamo gli unici esseri viventi in grado di auto programmarci. I più, programmano il proprio cervello, la propria mente, in maniera inconsapevole e, solo una piccola parte, conosciuta la tecnica, si auto-programma consapevolmente.

Siamo quindi perfettamente in grado di creare, facilmente, blocchi emozionali e, altrettanto facilmente possiamo scioglierli. Possiamo mettere in moto diversi sistemi, conoscere l’autoguarigione come fare la miglior tecnica e ottenere risultati rapidamente.

Elimina per sempre i ricordi dolorosi con questa semplice preghiera

La nascita di un blocco energetico

Le nostre emozioni quando sono negative, un trauma crea sempre un’emozione corrispondente, danno origine a veri e propri blocchi energetici. Tendiamo, consapevolmente o meno, ad evitare l’area che ci ha fatto sperimentare dolore e sofferenza.

Quest’area, se non viene successivamente ripulita, attraverso un procedimento di comprensione e catalogazione funzionale dell’atto scatenante, conterrà energia bloccata.   Liberarsi dei blocchi emozionali, aiuta il nostro organismo, a recuperare quella energia stagnante che alla lunga avrebbe creato una disarmonia tale da far insorgere una qualche malattia.

Aiutare questi blocchi emozionali a sciogliersi è facile e alla portata di ognuno di noi. E’ essenziale conoscere la tecnica base per stimolare proficuamente i punti del nostro corpo che registrano i blocchi.

La tecnica di cui scrivo, è oramai sperimentata in tutto il mondo e conta ad oggi un alto numero di  coach certificati e perfettamente formati alla sua somministrazione. I campi di applicazione di questo efficiente metodo, svariano dalle problematiche che riguardano la sfera psicologica con implicazioni fisiche, ai semplici disturbi del corpo.

Come funziona

Liberare i 14 meridiani che sono dislocati nel corpo umano attraverso una stimolazione fatta con le dita. Mentre si effettua il procedimento, la mente è concentrata sul problema che pensiamo possa essere alla base del blocco emozionale. Mentalmente si descrive il problema che secondo la nostra consapevolezza, ha creato in noi un blocco nella espressione del nostro potenziale.

Questa tecnica è nata e si è sviluppata con l’intento di fornire un pronto intervento emozionale da mettere in pratica da soli anche se,  per i casi più ostici, l’aiuto di un coach formato, può essere risolutivo.

Ticchettando i 14 meridiani mentre si pensa al problema, si libera l’energia bloccata e questa, si rimette in circolo portando nuovo benessere. Il soggetto sperimenta dopo poche applicazioni un miglioramento sia a livello emozionale che fisico.

Una pratica costante, assidua e fatta con elasticità, consente a chiunque di ottenere anche se con tempi diversi, ottimi risultati.

Il nome della tecnica

Emotional Freedom Techniques è il nome del procedimento di cui stiamo parlando, un sistema di autoguarigione emozionale molto efficace pensato e sviluppato dall’Ingegnere americano Gary Craig. Maggiori info le trovate qui

MioGreen

Studio dal 1996 le migliori tecniche di Crescita Personale associate ad una alimentazione produttiva per la mente ed il corpo. Esperto in meditazione ed autoipnosi, ho elaborato un metodo esclusivo per programmare l'inconscio e renderlo più produttivo per la nostra vita. La malattia nasce da un pensiero, arrivare prima che tale pensiero metta radici fa la differenza, i rimedi naturali sono la via che la saggezza dell'universo ci offre per ritrovare pace ed equilibrio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Back To Top